Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
17 Novembre 2018
 

Guarda quante verità...


Guarda quante verità... 
di Paolo Rebizzo

La verità è l’ultimo singolo del Kom, una parola che racchiude tanti significati e valori.
Eppure, questo termine non è nuovo all’interno della sua discografia, tutti coloro che seguono Vasco da anni ricordano che la parola “verità” è già presente in altri pezzi pubblicati precedentemente.
La prima volta che essa appare è in “Vivere una favola” dove Vasco descrive la frenesia della vita metropolitana ed utilizza questo termine per rappresentare la medesima come un qualcosa dal quale evadere per isolarsi e vivere metaforicamente in un’ isola della propria anima e della propria mente, oltre che estraniarsene fisicamente.
In “Dillo alla luna” la verità assume un significato più chiaro e definito, è il classico confronto di una coppia dove viene richiesto da parte maschile (ma potrebbe avvenire benissimo il contrario) un rapporto basato sulla sincerità e fiducia reciproca e dove la parola “verità” si accosta maggiormente al testo dell’ultimo singolo, dove ironicamente Vasco provoca le coscienze dicendo che la verità non si veste mai di rosa….
Infine, in “ E adesso che tocca a me” Vasco immagina la verità come un traguardo raggiunto dopo averlo tanto agognato , portando a galla una sensazione condivisa da molti secondo la quale il realizzarsi di un sogno, il raggiungimento di un qualcosa desiderato da tanto tempo ne svuotano il valore nel momento in cui il sogno si realizza , avviandolo alla completa distruzione.
Nell’ultimo singolo, invece, viene messo in risalto che al giorno d’oggi la realtà viene vista non come un fatto oggettivo bensì come un parere della massa, una sorta di verità imposta in modo elitario da chi ha più potere ,anche solamente mediatico e non politico, che spesso riesce ad imporla anche se non aderente alla realtà.
Questa situazione richiama il concetto di “Non appari mai” dove è presente l’amara constatazione di Vasco riguardo l’incapacità di essere in grado di dire se un fatto sia avvenuto veramente senza averne conferma dal mezzo televisivo.
Attraverso il suo ultimo disco Vasco ci ha fornito un’ulteriore chiave di lettura della realtà che ci circonda, nel prossimo tour, oltre a vivere straordinari momenti di empatia e felicità per essere ancora una volta presenti sotto il palco di Vasco, avremo un ulteriore spunto per riflettere e cercare di capire quale sia la “reale” verità nella quale siamo immersi e valutare se sia davvero corretta quella che ci viene propinata quotidianamente.
Da parte mia, sono sicuro che la nostra verità sia una ed incontestabile ovvero che , ancora una volta, la musica del nostro indiscusso idolo abbatterà tutte le barriere, ideologiche e di ogni altro genere, coinvolgendoci in una rinnovata sublimazione di anime , ammaliate dalla musica di Vasco in un unico abbaglio ….e poi è già l’inverno……..
 
Tutte le news


 


Segui Vasco su: