Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
26 Giugno 2014
 

Roma da ieri sera non è più la stessa...

Roma da ieri sera non è più la stessa...Roma è sotto "assedio", sotto
"bombardamento" : il "Popolo del Blasco" (da un lato) e Il Komandante e la sua
Band (dall'altro)...e poi... Poi comincia la "guerra"!
Una "guerra" di spettacolo puro e potente a colpi di chitarre elettriche e
percussioni che ti colpiscono in pieno, proprio come palle di cannone!!!
Noi? Noi siamo "Reduci" di una giornata stravissuta, che resterà per tanto
tempo nella memoria di chi c'era!
Non poteva essere altrimenti quando il protagonista è lui, Vasco.
Non posso contenere tutta la gioia che ho provato e che provo ancora...
Sono stordita...mi scopro felicemente stordita. E non è sempre vero che quello
che si prova non si può spiegare qui...
Come non è sempre vero che il silenzio valga più di mille parole!
Forse le parole non bastano a rendere l'idea di ciò che hai vissuto e allora
hai bisogno di concretizzare tutte le emozioni provate cercando aggettivi o
metafore per descrivere un evento come quello di ieri: "Uno sballo ravvicinato"
di rock puro all'ennesima potenza che ha invaso ogni cellula della mia pelle.
Me lo sento ancora addosso, nello stomaco, nella testa, nel cuore... mi sento
come un pannello solare che ha accumulato tanta energia in sole 2 ore...e il
sole era Lui, Vasco...!
Un concerto Metal Rock lo hanno definito da più parti gli "addetti ai lavori".
Uno dei 7 concerti che hanno sancito una svolta (del tutto "naturale") nella
Musica e nell'Arte del Komandante, per cui si è reso necessario l' innesto di
due new entry nella Band, Vince Pàstano e Will Hunt...
"Cambia...Menti" necessari per unire mirabilmente il "passato" e il "presente"
dell'Arte "Vascorossiana" e che hanno catapultato il camaleontico Rocker di
Zocca in un "futuro" tutto da scrivere...tutto da...Vivere!!
Vasco "non scherza più": si è definito "un duro che dura" e ne ha dato la
prova (come sempre!) non a parole ma dominando quel palco, e che palco!!!
Un'astronave sotto il cielo di una bellissima notte romana...
"E centomila cuori cominciarono
a sondare il cielo
con un sospiro leggero"...
Il cuore di Roma ieri sera ha tremato...non di paura, ma di lacrime e Rock...
Il Komandante chiama, e il suo Popolo, risponde. Per Amore...solo per
Amore....
E dire che questo è solo l'inizio...!

(Barbara Dilauro)
 


 


Segui Vasco su: