Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
27 Giugno 2014
 

Olimpico di Roma 26.06.2014


Entrando in tribuna Monte Mario, un meraviglioso palco si presenta davanti a me, un brivido corre lungo tutta la mia pelle, per l'enorme grandezza e bellezza, in attesa che l'incredibile concerto cominci. Si vocifera di tenersi ben saldi alle poltrone, perché come un'esplosione, non di bombe ma semplicemente di puro rock , prenderemo il volo.... E così e stato... Per questa sera Roma si è trasferita a Cape Canaveral , e l'Olimpico si è trasformato in un Space Shuttle, decollando senza carburante, perché la sua benzina sono i ragazzi della magnifica band..... Tra colpi di batteria e chitarre , basso, sassofono e tastiere ,e la magnifica corista.... siamo partiti ! Un viaggio a bocca aperta, perché il nostro komandante - nonché il mio super eroe - c'ha pilotato per tutta la serata, con le corde vocali tirate al massimo per cantare le meravigliose canzoni, con i cuori colmi di gioia ed il mio in particolare inondato di lacrime nel vedere lui , il più grande del mondo... Vasco, l'unico che riesce a oltrepassare la muraglia del mio cuore devastandolo di emozioni tutte diverse. Mentre le ore passano e la sera avanza, il palco si trasforma in un bellissimo sole con raggi tutti colorati,tra stelle di flash ad incorniciare questo concerto, così incredibile..... Poi il nostro komandante ci saluta con un arrivederci, mentre il suo popolo si presta a tornare con i piedi a terra, IO NO!!! Perché questa distruttiva botta di emozioni non si esaurirà fino al prossimo tour, quindi io ti aspetto komandante, con un nuovo ed incredibile tour , sempre più emozionante.......

Luca Mencherini
 


 


Segui Vasco su: