Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
18 Giugno 2017
 

ASPETTANDO MODENA..MODENA PARK TRE LIBRI ..TRE per la festa epocale!


Non ne bastava uno, ce ne volevano tre di libri per la sua festa di compleanno,
40 anni di fronte del palco e 40 anni appena compiuti di Jenny e Silvia (15 giugno 1977 – 2017)

Tre libri e tre punti di vista differenti, pezzi di Vasco o se vogliamo, pillole di autobiogragrafia essenziali:

LA MIA FAVOLA ROCK in cui Vasco parla in prima persona con Marco Mangiarotti (critico musicale di QN Il Giorno/Resto del Carlino/La Nazione ma amico della prima ora, dai tempi di Punto Radio) e gli racconta della sua infanzia a Zocca “tra le donne”, della messa rock, del collegio a Modena, dei suoi primi amori e delle sue prime canzoni, dei suoi primi dischi, del suo primo Sanremo. Aneddoti e curiosità inediti e non, ripercorsi senza filtri. Si legge d’un fiato e sembra di sentirlo parlare.



DA ROCKER A ROCKSTAR
, quella volta che mollai la chitarra per la band..
In questo caso Vasco racconta a Michele Monina (Il fatto Quotidiano.it, che già in passato aveva scritto una biografia) di quella volta in Piazza Maggiore, del perché ha dovuto imparare a stare su un palco senza la chitarra a tracolla, della prima band, la Steve Rogers band, del tradimento di Solieri e Riva, e dell’ultima “la band migliore del mondo” . Dettagli fondamentali della sua evoluzione musicale, la sua determinazione a portare avanti il “progetto vasco rossi” ad ogni costo. Tante cose da conoscere: il suo punto di vista.

  
 
XL 40 ANNI DI CANZONI, con i miei commenti, con tutti i 176 testi che Vasco ha scritto fino a qui, dal primo album – Ma cosa vuoi che sia una canzone all’ultimo. l’antologia Vasconostop con i 4 inediti di quest’anno. Un documento che si legge “a memoria” o, se volete, un libro che si sfoglia cantando. 
Arricchito da un prezioso inedito: la trascrizione integrale di “Siamo solo noi” spiegata “come faceva il mio professore di italiano” a pochi fan durante un incontro del Blasco fanclub.
 
 


 


Segui Vasco su: