Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
8 Aprile 2015
 

A bordo di un'(Astro)Nave Rock


Urlo di Daria Sheina (Vascova)

A bordo di un'(Astro)Nave Rock

"Una (Astro)Nave s'avvicina, s'avvicina lentamente, senza fretta". Gli enormi pod scendono piano giù. Ce ne sono otto.. come le otto città ..le otto tappe dove la nave stellare atterra per ben 14 volte sulle note della suite "Zoya" di Shostakovich... Per poi ripartire ad una velocità maggiore di quella della luce.
Si sale in alto vertiginosamente ..con il suono del Rock che spacca tutto. Forte, forte, ancora più forte. Veloce, veloce, ancora più veloce. Che potenza, che grinta, che magia! E che inizio!!! Ci siamo tutti a bordo ..pronti per esplorare le stelle.
Il cuore comincia subito a saltare fuori dal petto. Non è un volo per "polli"... Questo volo qua ..con le "deviazioni" e "tutto il necessario" è un volo spericolato, spericolatissimo ...da mozzafiato, da pelle d'oca.. per chi sa restare "in piedi come Rocky". Tra i suoni duri delle chitarre, della batteria e del basso, tra le miriadi di luci, tra i capolavori del nuovo "disco volante" e quelli storici.. di fronte all'Unico RE dello Spazio ROCK ...si provano le emozioni paragonabili solo all'estasi della vita.
Vasco sembra un "alieno"... che ci porta su diversi pianeti. E' carico a mille, in una forma eccezionale. Viene in mente la Sua recente battuta ...quando dice di aver fatto un patto col diavolo. E' irresistibile nella sua "nudità"...nella sua visceralità. Naviga sull'Astronave senza aspettare Godot e nemmeno "LORO"...Ci fa capire che la vita è solo nelle nostre mani e dobbiamo cavarcela contando su noi stessi: "dovevano fare da loro....fu allora che presero il volo"!!!
A bordo dell'Astronave.. lontano dalla quotidianità.. si vede tutto in luce diversa. Dall'alto ogni cosa diventa più piccola, meno pesante. .."E vedi quante cose sono solo fesserie"!! Ti prendi distacco dai problemi e dai "guai" e ti senti lontano da tutto ciò che condiziona in modo opprimente la vita di tutti i giorni. Respiri la libertà e la fantasia, il sesso e rock'n'roll. E' un viaggio senza confini e senza limiti.. Ed urli a squarciagola: "senza perdersi d'animo mai, e combattere e lottare contro tutto contro"!
E' dura, è troppo dura scendere dall'Astronave che ha fatto sognare... che ha regalato le immagini e le emozioni pazzesche, uniche e molto intime: "ognuno col suo viaggio, ognuno diverso". E' stato un volo interstellare indimenticabile ...sotto il segno del VIVERE. Grazie Vasco... Grazie infinitamente Grazie.
 


 


Segui Vasco su: